- Modellismo Ferroviario



Posizionamento e saldatura dell'asse di trasmissione

 

Nell'immagine sotto si nota la saldatura saldatura di due tubetti in ottone (creanti 2 boccole di tenuta) utili al fissaggio dell'asse in acciaio che in questo caso ha un diametro di 1,5 mm. e sul quale verra' fissata in seguito la vite senza fine -

Le parti nere che si notano non sono nient'altro che il residuo della pasta salda , ottimo disossidante per saldature in stagno siano esse a fiamma libera o utilizzanti saldatori elettrici - Sconsiglio l'uso di fluissanti liquidi perche' troppo volatili in particolar modo con l'uso a fiamma libera -

L'importante per una buona saldatura , non mi stanchero' mai di dirlo e' la pulizia e la cessione della giusta quantita' di calore , sia esso ceduto a fiamma o con sald. elettrico -

 

 

A questo punto rifinisco con una piccola fresa le saldature riducendole e sagomandole - Molte volte si vedono dei bei modelli , rovinati nella parte interna da trscuratezza che sminuisce il modello stesso - Prendetelo come abitudine , rifinite sempre tutte le parti al meglio , anche punti in cui non siano visibili -

Molti di voi si saranno accorti che il telaio sinora costruito potrebbe andare bene anche per costruzioni in scala N -

Le fotografie seguenti mostrano : la sgrezzatura delle saldature , la riduzione e la rifinitura , e la prova di inserimento dell'asse con la vite senza fine non ancora fissata -

 

 

Inutile parlare delle mille varianti che possono esserci su una costruzione del gene , prima di tutti l'esecusione del telaio mediante fresatura manuale o eseguita tramite CNC (ma cia poesia autocostruttiva) , in plasticard e cera per poi essere tramutata in metallo tramite fusione a cera persa , e altre soluzioni , che non sto' a menzionare perche' molte di mia invenzione e per essere presentate abbisognerebbero di molto tempo per la spiegazione e la dimostrazione -
Una piu' semplice variante e' quella dell'utilizzo di un profilato a sezione quadrata come fissante per le due facciate del telaio , il quale dovra' essere saldato e forato a ricreare la stessa funzione dei tubicini saldati or ora -

Per chi abbia intenzioni d'uso su rotaia elevate , consiglio di sistemare all'interno dei fori accogli asse due tubicini , i quali potranno essere facilmente cambiati ad usura avvenuta ( Metodo di fissaggio Bostik , niente attack o peggio ancora saldatura a stagno ) -

Un ulteriore e definitiva sistemazione dell'asse di trasmissione sarebbe quella dell'utilizzo di cuscinetti a sfera da incastonare nelle barre di tenuta sinora accennate , aiutando la scorrevolezza , la qualita' di marcia del nostro rotabile e anullando il problema dell'usura delle boccole di tenuta ricreate con i tubicini -

 

Nell'immagine seguente la creazione , tramite un tubetto di dimensioni appropiate ( 8mm. ) di un alternativa al comune fissaggio dell'asse tramite "tenuta a morsa" creata il piu' delle volte con il fissaggio del sotto telaio -

Dell'olio al silicone prima della messa su rotaia garantisce grande durata e buona scorrevolezza -

 

 

LVS Copyright